martedì 13 marzo 2007

San Francesco e il lupo



Piccola domanda: ma San Francesco come si troverebbe, nella Chiesa di oggi?
Ah, già: nemmeno in quella dei tempi suoi si era trovato molto bene. Che sia cambiato poco, da allora?

E, in subordine: di Madre Teresa di Calcutta o di Gandhi si dice sempre un gran bene; però, perchè alle loro testimonianze preferiamo le parole di Papa Ratzinger?


2 commenti :

  1. Gio ha detto...

    Papa Ratzinger ha potere politico e a sua volta economico.
    Papa Ratzinger teoricamente può far cadere il governo domani.
    Papa Ratzinger è l'erede di Wojtila, che aveva enorme credito in virtù di 20 anni di papato.
    Carisma, fiducia e credibilità acquisite dal polacco non potevano essere buttate al vento, così è partita una mega-operazione simpatia per cui il buon Jospeph è stato elevato anche lui a "santosubito".

    Gandhi e Madre Teresa invece sono morti.

  2. Verrocchio ha detto...

    Non sarà invece, più banalmente, che Papa Ratzinger dice cose assai banali o fa affermazioni di Principio conservatrici, in cui molti si ritrovano perchè tendono ad allontanre il diverso (che è ciò che fa paura)?
    Il Messaggio di coloro che citavo nel post è, piuttosto, un inno all'accogleinza e al rispetto di tutti: difficile aderire a tale messaggio senza doversi mettere in gioco e "rischiare".

    Ma il Cristianesimo non è "scandalo", nelle parole di Cristo stesso?

    Possibile che nessun cristiano abbia il coraggio di dire queste cose, di criticare uno che vuole di nuovo la Messa in Latino (che sarà pure bella, ma ovviamente crea una forte differenza gerarchica tra il Sacerdote, che capisce ciò che sta dicendo, e i fedeli)?