mercoledì 28 marzo 2007

A parziale discolpa (se mai qualcuno si fosse chiesto dove sono finito)

La Cronaca di questi giorni mi offrirebbe spunti gustosi per sproloquiare in libertà, a partire da quella cosa che la Stampa ha subito definito Vallettopoli -di sfuggita, molto interessante sarebbe capire perchè ogni scandalo che capita in questo Paese debba essere definito con un suffisso in -poli- e su cui potrei sprecare le solite quattro ciance di Moralità Offesa; passando al sempreverde caso di presunto infanticidio di cui tutti sappiamo (ora pare sia saltata fuori l'arma del delitto: ma 'sto mestolo mica l'hanno trovato, o sì? e se no, come fanno a sapere che di mestolo si sia trattato? e come mai vien fuori solo adesso?); fino alla tristissima farsa della Votazione sull'Afghanistan (Marco Rizzo dice: "Votiamo sì solo perchè altrimenti torna Berlusconi..." Ma perchè bisogna fare Politica solo in funzione dell'Ottavo Nano? E anche Lui: prima fa votare compatta l'Opposizione sul Sì, alla Camera; poi, al Senato, la fa astenere solo per far cadere Prodi? Boh...).

Il fatto è che, finalmente, sto studiando: il che un po' mi rincuora, ma mi toglie energie per il blog. Poco male, visto che queste lande sono desolate come una città a Ferragosto.

6 commenti :

  1. Gio ha detto...

    sì figo, e io faccio il venditore di coccobellococcofresco che è dovuto rimanere in città perchè escluso dal racket della spiaggia!

    bravo Andre, studia studia... e sii un pochetto più parsimonioso con le maiuscole! ;)

  2. Verrocchio ha detto...

    Dici che piazzo troppe Maiuscole?
    Ma in senso ortografico o di valore?
    In effetti mi son posto la questione, però ogni volta che ho deciso di usarne una, ho fatto una scelta "meditata": quali ti sembrano di troppo?

  3. gio ha detto...

    ...tutte tranne Marco Rizzo, Afghanistan, Berlusconi etc. Camera e Senato ma con riserva

  4. Verrocchio ha detto...

    Innanzitutto, grazie per i consigli. Forse esagero con le maiuscole e credo per pedanteria (del resto riempio i miei scritti anche di virgole e incisi).

    Però, se io uso un termine comune per indicare una entità specifica (es.: ho scritto Paese e non paese, perchè mi riferivo all'Italia come stato) o per accomunare un insieme di persone (l'Opposizione, la Stampa), dici che non devo usare la maiuscola?

    Ho scritto "moralità offesa" con le maiuscole per prendere in giro il concetto di moralità (ma mi rendo conto che la cosa non era molto comprensibile) e sempre intento canzonatorio c'era nel "Lui" sul Berluska.

    Detto ciò, convengo sul fatto che "Cronaca" e "Politica" sono un po' tirate per i capelli, ma Camera e Senato direi vadano bene.


    P.S.: Cosa non si fa per aumentare i commenti del proprio blog!

  5. gio ha detto...

    ...per opposizione e stampa ti confermo l'obbligo di minuscola, per paese invece mi sa che va un po' a discrezione. Ad esempio credo che sul Corriere sia maiuscolo e sul Manifesto minuscolo, cmq io lo scriverei minuscolo. La maiuscola la lascerei solo ai nomi propri...

  6. Verrocchio ha detto...

    Anche io sarei tentato di scrivere italia in minuscolo, spesso...

    Comunque, mi sa che dovrò andare a "sciacquarmi i panni" in qualche Grammatica. ;-))

    Ciao K, grazie per l'assiduità!