domenica 11 maggio 2008

Il mio regno per un contraddittorio

Che avrà detto mai 'sto birichino di Travaglio da Fazio? Ha diffamato delle persone? Oppure ha raccontato dei fatti che già stanno nero su bianco in molte pubblicazioni? E' un giornalista, fa il suo mestiere. Io certe cose le voglio sapere, credo di averne diritto. La tv raggiunge ogni casa, è giusto che tutti siamo rappresentati. Sarebbe bello ci fosse un numero di canali ampio quanto è quello dei quotidiani, ma molti miei concittadini non paiono pensarla così. E che il centrosinistra non abbia sanato questa situazione è una delle sue colpe maggiori. Per intanto, la Rai non è solo l'azienda di una parte d'Italia, ma di tutti. Quindi anche di quelli come me, che vogliono informazione e non talk-show alla Porta a Porta dove i fatti non esistono, perchè ognuno la racconta come vuole. Un giornalista sa che può essere querelato; ci sono le smentite (vabbè che finiscono in ultima pagina sui quotidiani...) e le condanne per diffamazione. Tutte le fesserie di Igor Marini e di Scaramella hanno circolato nei tg Rai senza freno per settimane.

La scusa del contraddittorio è, appunto, solo una scusa. Mettiamo che ci sia un omicidio. Viene accusato il signor Ciccio Formaggio. Posso darne notizia solo se ospito anche il signor Formaggio per avere la sua versione? E se Formaggio non vuole intervenire?

Travaglio ha detto che risultano dei rapporti di Schifani con alcuni personaggi che sono conosciuti come mafiosi. Non ci interessa? E' irrilevante? Non vogliamo sapere che natura hanno avuto questi rapporti?
























3 commenti :

  1. Artemisia ha detto...

    La cosa più scoraggiante è che al coro delle indignazioni si unisca anche la sinistra.

  2. Verrocchio ha detto...

    Sì, infatti. Ma adesso si porta il "volemose bene": mai una via di mezzo!

  3. kanapaus ha detto...

    sapevo che prima o poi il sig. formaggio ci sarebbe ricaduto...