giovedì 21 agosto 2008

La tratta dei turisti


Di ritorno da una gitarella mattutina in laguna, lasciatemi scagliare una lancia contro la Società dei vaporetti. Venezia non è un posto che frequento assiduamente e di solito mi ci muovo a piedi. Oggi però la mia bella propone una traversata dalla stazione ferroviaria a San Marco: potremo così ammirare in tranquillità i palazzi affacciati sull'acqua (torbida: altro che vedutisti...), sostiene. Penso che una puntina di novità nella mia vita abitudinaria potrebbe giovare, per cui accetto.

...

La traversata è venuta la bellezza di 6.50 euro a capoccia: rabbrividite pure al pensiero di quanto possa costare un giro in gondoeta. Siamo stati travolti da una mandria di passeggini imbizzarriti, nerbati senza posa dalle ruvide lingue degli addetti a salita e discesa (Forza, signori! Veloci! Quick! Andate dentro, presto! Forza, quick!) all'interno di una imbarcazione di età indefinita tra quella di una triremi romana e quella di un galeone spagnolo, in piedi e senza quasi poter guardare fuori. Durante il tragitto, il naviglio gorgogliava sinistramente e pareva dragare il fondo con lo scafo.

Non conosco le riflessioni dei turisti incastrati con noi tra le lamiere, ma dubito siano fioriti pensieri d'amore.



2 commenti :

  1. la tua bella ha detto...

    Beh, se non altro ti ho fornito uno spunto per "postare" sul blog: vedi, chi "acconsente"...gode!

  2. kanapapiedi ha detto...

    uè, 6 anni fa costava "solo" 5 euros (80 cent con carta-venezia): hanno avuto pure il coraggio di aumentare!

    a venezia vado ogni due anni per la biennale e mi sparo il mio bel s.lucia-arsenale-s.lucia a piedi... tutta salute!!!