giovedì 3 maggio 2007

Un uomo schivo...















Dopo l'ex-ministro Calderoli, non poteva mancare l'ex-onorevole Tavormina.
Anche lui in silenzio mediatico da un po', dopo essere stato scaricato dalla famiglia valdostana di cui era -del tutto disinteressatamente, secondo lui- il difensore di grido. Lo smacco è stato forte e l'uomo se ne stava di sicuro nascosto a curarsi l'immenso Ego ferito, finchè al Corriere devono aver pensato che per niente al mondo si sarebbe lasciato sfuggire l'opportunità di render pan per focaccia: così, ecco una surreale intervista, dove il principe del foro fa una serie di dichiarazioni quasi esilaranti.
Per chi si scocciasse a leggere tutto l'articolo (ma lo consiglio vivamente), posto la perla:

«Lo chiarisco una volte per tutte. Sembrerà un paradosso, ma io sono rimasto sempre estraneo alla gestione mediatica. C'era un pool di persone che hanno impostato questa speculazione».

Vedete: lui non ci voleva proprio andare, a Porta a Porta (e in qualunque altro spazio del palinsesto da cui fosse possibile palesarsi con l'aria tronfia)!
Un uomo schivo...

2 commenti :

  1. gio ha detto...

    ...e se il salotto di Vespa fosse in realtà il salotto di casa sua okkupato abusivamente dal caro Bruno?

    cmq più che un uomo schivo io direi uno schivo d'uomo...

  2. Verrocchio ha detto...

    Quindi tu mi vuoi dire che Bruno Vispo è in realtà un facinoroso di sinistra, uno dei "centri sociali"? E che magari a tempo perso fa il black block?
    Teribbile...